Il trapano dal dentista? Non occorre più!

Presto, forse, potremo dimenticare il fastidioso trapano del dentista: la dottoressa Eva Stoffels-Adamowicz, ricercatrice del Dipartimento di Fisica dell’Università di Eindhoven, in Olanda, ha infatti messo a punto un nuovo sistema capace di eliminare la carie senza dover grattare meccanicamente le parti malate dei denti, come si fa con il normale trapano.

Si tratta di uno speciale ago in tungsteno, lungo circa 5 centimetri: dalla sua punta esce un getto di ossido di azoto, un gas che il nostro corpo produce naturalmente per combattere le infezioni e le infiammazioni.

Il getto è mortale per tutti i batteri e li elimina senza scampo in pochi secondi. Il dentista può portare, ovviamente, il getto solo dove occorre e curare le parti danneggiate del dente senza produrre rumore o fastidiose vibrazioni; inoltre, cosa non da poco, senza rimuovere parti fondamentali del dente che ne pregiudicano la resistenza negli anni.

Il metodo è molto rapido, dopo la “disinfestazione” si procede all’otturazione con il doppio farevole risultato che ne consegue: minori tempi, minori costi…

Chissà se questo metodo arriverà in Italia? Noi abbiamo seri dubbi… Magari in una vacanza all’estero perchè non approfittare per un controllo e una sistematina del cavo orale? 🙂

Una risposta a “Il trapano dal dentista? Non occorre più!”

I commenti sono chiusi.