Età biologica – Il test

Copiando e incollando il seguente indirizzo http://www.cidimu.it/misura_salute/eta_intro.asp potrai misurare l’età biologica nonché verificare il tuo presunto stato di salute generale scoprendo la differenza tra la tua età cronologica e la tua età biologica relativa allo stato di conservazione del fisico ovvero relativa a come curi o non curi te stesso/a.

corpoumano.jpg

Abbiamo condotto il test usando come riferimento un ragazzo con sane abitudini. La sua età è di 28 anni mentre il test ha dato come risultato un età biologica inferiore ai 20 anni. Oltre otto anni in meno grazie ad una interessante serie di fattori che andiamo ad analizzare:

  1. Generalmente gode di ottima salute anche per motivi ereditari.

  2. Non usa farmaci e sopporta il dolore in caso di malditesta, leggeri raffreddori/influenze, interventi presso il dentista, temporanee intolleranze, ferite ecc…

  3. La pressione minima e massima rientrano nei parametri normali.

  4. L’allenamento (non agonistico) condotto in modo rilassante a casa 3 volte o più la settimana con possibilità di variare gli orari a seconda delle necessità, conferisce all’organismo un buon modo di scaricare stress e mantenere in forma articolazioni e muscolatura senza per questo risultare un’attività stressante condotta forzatamente per motivi estetici.

  5. Per le ragioni sopra esposte il cuore gode di minor stress rispetto alla media e battiti rallentati visto l’allenamento.

  6. Colesterolo entro la media prevista.

  7. L’importanza data al sonno e il fatto di prendersi ogni volta lo desideri le giuste ore di riposo, riducono ancor di più il suo stress ottenendo oltretutto un ottimo rendimento sul lavoro.

  8. Non compie eccessi alimentari, mangia più di tre volte al giorno appena avverte lo stimolo della fame in seguito agli impegni sostenuti senza sforsarsi di mangiare per forza abbondantemente per golosità o altro. La colazione è abbondante e non si basa su prodotti confezionati merendine o comunque zuccheri complessi.

  9. Non affatica la digestione.

  10. Non fuma

  11. Non beve

  12. Non fa uso di droghe

  13. Non beve caffè

  14. Non rimane esposto al sole inutilmente nelle ore di punta o comunque non si espone a lampade abbronzanti.

  15. Consuma frutta quotidianamente più volte al giorno, la verdura leggermente meno della frutta.

  16. Non rinuncia alla pasta al pomodoro e alla pizza.

  17. Dovrebbe consumare più frequentemente il pesce. Vuol dire che ne consuma ma non a sufficienza.

  18. Non ha una guida nervosa e si irrita poco al volante.

  19. Usa molto raramente il cellulare. Quasi mai. Usa più spesso internet e telefono fisso.

  20. Fa il lavoro che lo appaga, indipendentemente dal guadagno. Almeno al momento. Ma non esclude la possibilità di stress in circostanze di decisioni e responsabilità.

  21. Possiede animali domestici. Secondo molte ricerche sono responsabili di un maggior benessere ogni giorno.

  22. Ha una visone positiva della vita nonostante le difficoltà che vive (altra ragione per cui l’abbiamo preso come riferimento per il test). Sì assume molte responsabilità, è cosciente della situazione del mondo in cui vive ma nonostante ciò invece di buttare paranoie ed essere una presenza negativa con amici, parenti colleghi, la ragazza ecc, preferisce essere ottimista e  impegnarsi quanto può in ciò che gli è possibile.

 Conclusioni, c’è un detto:

Un’ottimista vede in ogni difficoltà, un’occasione. Un pessimista vede in ogni occasione, una difficoltà ( e io aggiungo ) e butta paranoie addosso alle persone…

Mens sana in corpore sano.

Ricarica corpo umano

Hai mai pensato di ricaricarti con la musica?
Pensi di non trovare il tempo?
Bastano 30 minuti al giorno per suonare o imparare a suonare uno strumento…
Il tuo rendimento sul lavoro può migliorare…
Il tuo morale si può sollevare…
Il tuo rapporto con gli altri può migliorare…
Potresti veedere la vita in modo più positivo…
Cerca un live di Chuck Berry e dimmi se non ti sfugge un sorriso quando non ci fai caso : )

Potenzia la tua mente

Pur non essendo dimostrato ho studiato per anni il modo, non di aumentare l’intelligenza naturalmente ma di allenare la mente con degli esercizi secondo me utili. E’ vero che siamo tutti diversi e non è detto che funzionino con chiunque; è vero che non ho dimostrato nulla quindi si possono perfettamente contraddire; è vero che non sono un neurologo e quindi l’ho fatto solo per passione e per curiosità… ma è vero anche che sono innocui e non hanno alcuna controindicazione.
Eccovi alcuni esempio che a mio avviso allenano la mente con risultati curiosi:

  1. Siete destri? Avete mai provato a prendere un foglio di carta e una penna per scrivere alcune parole con la mano sinistra? Risulta difficile inizialmente. Qual è l’utilità? La mia ipotesi è che facendo una cosa che la nostra mente non è abituata a fare, andiamo a stuzzicare una zona del cervello che probabilmente usiamo meno. Una volta allenata questa parte, non saremo più intelligenti ma più efficienti. Il nostro cervello potrà elaborare stimoli e dati in maniera più rapida e forse riuscendo a raggiungere idee che prima non avremmo avuto… Perchè non provare?
  2. Esiste qualcosa che proprio non capite in nessun modo? Vi faccio un esempio: nel mio caso quando inizia Ingegneria, Analisi Matematica 1 era la mia bestia nera, ancora oggi mi fa paura. Mi sono ostinato a volerla studiare lentamente e con caparbietà, anche a costo di studiare un solo capitolo in un mese, a costo di cercare schemi, grafici ed esempi su più libri e su vari appunti… A poco a poco grazie all’ostinazione, la mia mente si è sbloccata… Ho iniziato a capire delle cose che prima credevo inconcepibili. L’elasticità mentale è aumentata, sono diventato meno ottuso, mi sono aperto a nuove logiche. Probabilmente quando i professori si lamentano che a scuola diciamo che gli integrali e le derivate non ci servono a nulla, si riferiscono proprio a questo. Alla capacità che ha la matematica di aumentare l’elasticità della nostra mente.
  3. Ultimo esercizio proposto per questo articolo: aprite il frigorifero e richiudetelo subito… Siete in grado di ricordare tutto o gran parte del contenuto? Le prime volte ci riescono in pochi…

Seguiranno altri articoli con altre prove…