Burocrazia edilizia italiana

Rubrica: Ci sono un italiano, uno svizzero e un tedesco

Titolo o argomento: La burocrazia italiana per l’edilizia

I tedeschi fanno 1000 volte meglio di noi!!

Due esempi veri reali opposti,  oggi più che mai sbalorditivi.

bandiera-italia.gif In Italia per tirare su un semplice muro di circa 80 cm di larghezza per quasi 200 cm di altezza, la burocrazia e i costi sono talmente alti (si parla di oltre 5000 Euro – vedi la fonte in basso) da far perdere la pazienza a chiunque. Oltre un anno di attesa per il cliente e per il geometra responsabile dei lavori il quale, purtroppo, trova regole diverse a seconda dei comuni nei quali va a lavorare. Questo lo costringe a doversi informare ogni volta dall’inizio quasi fosse un principiante. In realtà in Italia manca un sistema di regole unificato per tutte le città e tutte le regioni.  Nell’era delle normative europee, delle norme Uni Iso e dei sistemi di certificazione della qualità, questo è totalmente inammissibile.

bandiera-germania.jpg In Germania la legge invece afferma che occorrono permessi solo se si modifica l’estetica di un’abitazione e quindi solo se si modifica l’esterno. Questo ovviamente per non compromettere la funzionalità e la bellezza di un quartiere. Comprensibile! Al contrario, internamente alle abitazioni si gode della più totale privacy e si possono effettuare modifiche senza bisogno di alcun permesso e di alcuna spesa.

Ma se dovessimo costruire una casa in Italia o in Germania,

come si complicherebbero le cose?

bandiera-germania.jpg Partiamo dalla Germania perchè lo so che non state più nella pelle. I tedeschi godono di leggi davvero pratiche, comprensibili e precise. Non solo! Sono a totale vantaggio del cittadino… In Germania acquisti un lotto di terreno, fai una domanda (da solo, senza bisogno di tecnici) di poche paginette, la porti a mano gratuitamente al portiere del municipio oppure la spedisci con un costo di pochi centesimi per posta ordinaria… E dopo sole 3 settimane ti arrivano i permessi di costruire. Fatto, finito… 1,45 Euro per la posta ordinaria che supera i 50gr (altrimenti costerebbe ancora meno) e stop. Chiami l’impresa la quale ovviamente ti certificherà tutto: dalla qualità dei lavori, dei materiali fino al consumo energetico e tutti i dispositivi di risparmio dell’energia… Non devi pensare ad altro. Può tuttavia accadere di trovare degli imprevisti e avere la necessità di variazione dei lavori. Benissimo, si invia un aggiornamento della domanda e si attende la risposta che in Germania arriva dopo una settimana. Cioè vi rendete conto? In Italia si aspetta oltre un anno per tirare su un muro con una spesa burocratica di oltre 5000 Euro e in Germania in una settimana ti correggono GRATIS un permesso per costruire una VILLA BIFAMILIARE (vi prego di guardare bene la fonte che ho indicato sotto a testimonianza di quanto scritto. Dopo i primi 20 minuti circa di video, si inizia a parlare approfonditamente di quanto sintetizzato in questo articolo)…

bandiera-italia.gif In Italia invece per costruire una casa cosa e quanto ci vuole? L’articolo diventerebbe troppo lungo e noioso. Basta l’esempio di un semplice muro per fare le proporzioni.

piano-regolatore.jpg

Per sapere ancora di più vi abbiamo allegato in basso la fonte completa di informazione.

Fonte: Report

Una risposta a “Burocrazia edilizia italiana”

I commenti sono chiusi.