Bastian contrario

Avete presente quelle persone per le quali ogni cosa che dite non è vera, oppure sostengono ogni singola volta che sia il contrario e, nonostante voi vi qualifichiate come esperti o tecnici del settore di cui state parlando, vi rispondono: “Tanto non ci credo”. Sì? Le avete presente? Chi non le ha incontrate almeno una volta nella vita… ma credo anche molto più di una volta.

Ti lasciano interdetto, esterrefatto, senza parole perchè pur non avendo una preparazione valida sul vostro lavoro, sono in grado di dire che ogni minimo “pelo” non è così ma è assolutamente come dicono loro. A momenti vi fanno passare per stupidi (nonostante voi abbiate studiato la materia in questione e loro no) davanti a qualcuno che sta ascoltando o peggio rischiano di farvi perdere un cliente se state presentando un prodotto. Ma allora come fare per non rimanere senza parole e saper dar loro la giusta risposta tanto educata quanto efficace? Di seguito vi propongo un semplice esempio:

A me non interessa se non credi a quanto sto affermando, probabilmente la tua ricerca di autostima è così forte che devi contraddire tutto ciò che dico pur non sapendo di cosa stiamo parlando; ma io le informazioni ed i consigli che ti sto dando li dico per te dato che io sono già informato al riguardo, li dico per darti una dritta, per non farti sbagliare inutilmente ma evidentemente è meglio che tu compia questo errore in modo che, anche se per orgoglio non me ne renderai conto, imparerai da te.

Quale risultato otterrete con una frase di questo genere? Con il vostro interlocutore nessuno, continuerà a non credervi. E’ il suo modo di rafforzare la sua autostima. Più contraddice e più si sente forte in un mondo che gli fa paura. Se anche si rendesse conto che siete nel giusto, non lo ammetterebbe perchè per lui sarebbe quasi come sottomettersi a voi***. Tuttavia non farete la figura degli ingenui davanti ad una terza persona presente.

Perchè questo è importante? Perchè se la terza persona è presente anch’essa per prendere informazioni vi vedrà sicuri di voi stessi e continuerà a valutarvi come fonte attendibile. Al contrario perdere in questi “battibecchi” oppure inquietarsi serve solo ad essere ancor meno credibili ed a regalare una doppia soddisfazione a chi vi ha messo in difficoltà per pura e semplice ignoranza. 😀

bastian_contrario.jpg

Non penso proprio che le ruote quadrate siano un buon acquisto. Sai che vibrazioni?!
Per me non è vero. Io invece credo che vadano benone.
Ah davvero? Allora comprale! : )

***Per una persona bastian contraria riconoscere di essere in errore equivale ad una sottomissione mentre per una persona con una mentalità più aperta, la sottomissione, è ben altra cosa. Per “persona ignorante” oggi non si intende più una persona che non ha un titolo di studio. Siamo ormai nel 2010 ed anche il concetto di ignoranza si è evoluto, si intende pertanto una persona ottusa che non è in grado di acquisire informazioni diverse da quelle di cui già dispone. Quindi anche un laureato superbo può risultare assai ignorante (vedi l’articolo: L’evoluzione dell’ignoranza).