Carico trasversale di un pneumatico

Rubrica: Dinamica del veicolo
Titolo o argomento: Carico trasversale di un pneumatico o Cornering stiffness

Il carico verticale che agisce su un pneumatico è in stretta relazione con la deriva del pneumatico stesso (articolo “Deriva di un pneumatico”), il rapporto che ne scaturisce si chiama “Carico trasversale disponibile” o “Cornering stiffness”. Esso può essere rappresentato su un piano cartesiano nel quale possono essere distinti tre particolari settori. Inizialmente il rapporto tra carico verticale e angolo di deriva è costante ovvero quando aumenta il carico verticale, aumenta in maniera proporzionale anche l’angolo di deriva. Passato un determinato limite, invece, la retta del “carico trasversale” si trasforma in una curva dove si evince che con lievi variazioni di “carico” si verificano importanti variazioni di “angolo di deriva”. Nell’ultimo tratto tale curva si interrompe bruscamente, questo ad indicare che il pneumatico ha perso aderenza, sta slittando ed il carico non è sufficiente per il recupero del grip.

Relazione tra carico verticale e angolo di deriva pneumatico

Questi tre settori evidenziati differiscono a seconda che ci troviamo davanti ad un pneumatico stradale normale, ad un pneumatico sportivo ad elevate prestazioni o ad un pneumatico slick puramente da pista. Nel pneumatico stradale la perdita di aderenza si raggiunge con gradualità rendendo la guida intuitiva anche ai neofiti. Un pneumatico ad alte prestazioni è in grado di raggiungere un carico trasversale superiore con un deriva leggermente inferiore rispetto ad un pneumatico normale. Infine un pneumatico slick vanta la possibilità di raggiungere un carico trasversale piuttosto importante con una crescita costante e con una deriva piuttosto limitata ma con lo svantaggio che la perdita di aderenza avviene in modo netto e senza alcun preavviso. Una sorta di on-off difficile da digerire.

Confronto carico trasversale nei pneumatici stradali, sportivi e slick