L’interpretazione di Albert Einstein della crisi

Rubrica: Spunti

Titolo o argomento: Interpretare il lato nascosto della crisi

Di seguito parole d’oro che molto probabilmente avete già letto altrove ma che sono così preziose da non poter non essere presenti anche in questo Blog.

Non pretendiamo che le cose cambino se continuiamo a farle nello stesso modo. La crisi è la miglior cosa che possa accadere a persone e interi paesi perchè è proprio la crisi a portare il progresso. La creatività nasce dall’ansia, come il giorno nasce dalla notte oscura. E’ nella crisi che nasce l’inventiva, le scoperte e le grandi strategia. Chi supera la crisi supera sé stesso senza essere superato. Chi attribuisce le sue sconfitte e i suoi errori alla crisi violenta il proprio talento e rispetta più i problemi che le soluzioni. La vera crisi è la crisi dell’incompetenza. Lo sbaglio delle persone e dei paesi è la pigrizia nel trovare soluzioni. Senza crisi non ci sono sfide, senza sfide la vita è routine, una lenta agonia. Senza crisi non ci sono i meriti. E’ nella crisi che il meglio di ognuno di noi affiora perchè senza crisi qualsiasi vento è una carezza. Parlare di crisi è creare movimento; adagiarsi su di essa vuol dire esaltare il conformismo. Invece di questo, lavoriamo duro! L’unica crisi minacciosa è la tragedia di non voler lottare per superarla.

Albert Einstein

Con mia piacevole sorpresa ho trovato queste righe su una stampa appesa nell’ufficio di un mio fornitore. Iniziando a leggere è stato per me stupefacente scoprire, via via che percorrevo ogni singola parola, la sorprendete aderenza con pensieri e logiche che ho maturato tramite le esperienze vissute prima della crisi, durante ed ora. Ora che attraversiamo un periodo che “definisco indefinito” perchè, più che una ripresa, sembra uno stordimento dal quale tentiamo di risvegliarci in seguito ad un brutto colpo. Solitamente quando racconto quanto io abbia imparato da questa crisi (l’unica che ho vissuto, eccezion fatta per quella dei primi anni ’90 che mi mostrò un carattere molto diverso e che, essendo allora bambino, capivo molto marginalmente) suscito reazioni molto variegate delle quali amo apprezzare le sfaccettature per conoscere prospettive differenti dalle mie e creare un canale di comunicazione con i miei interlocutori. Immagino pertanto che sia quanto appena espresso, sia le parole di Einstein, possano generare reazioni altrettanto varie. Ben venga, purché siano utili per “ragionare”. Il ragionamento rende inutile l’uso della forza oppure, se vogliamo, funge da moltiplicatore di coppia, una sorta di grande leva che, sicuramente, ci agevola.

 einstein_crisi_500px.jpg

Immagine tratta da una ricerca sul web. Se siete i proprietari del diritto d’autore dell’immagine,
potete chiederne la rimozione o indicarci il copyright da specificare. Image taken from research
on the web. If you own the copyright of the image, you can request its removal or indicate the
copyright to be specified.